Tel. +0963663908 | agenziapubblicom@gmail.com

News

Creazione di un sito web: occhio alla web usability e user experience

2 settembre 2016

Creare un sito web di successo è un percorso che deve seguire diversi step. Gli utenti oggi interagiscono con diversi strumenti web ed hanno esigenze diverse: il tempo a disposizione è sempre poco, la vita è "mobile" dunque smartphone e tablet sono ormai uno dei principali accessi al web, gli stimoli a cui siamo sottoposti sono molteplici e frammentati. Questo post trae spunti e ispirazione dal libro "Web Usability" di Jacopo Pasquini e Simone Giomi, un libro molto utile e denso di contenuti.


Progettare quindi un nuovo sito web nello scenario attuale non è più una cosa così semplice nè tantomeno banale. Sempre più importante è il concetto di "User Experience" cioè l'insieme di emozioni, percezioni, sensazioni degli utenti. La UX mette al centro le caratteristiche e i bisogni degli utenti focalizzandosi nel loro contesto d'uso con l'intento di generare prodotti (soprattutto in ambito digitale) belli e piacevoli ma allo stesso tempo ergonomici e funzionali.

 

La sola "Usabilità" di un sito web è un concetto riduttivo, nel senso che un sito può essere facilmente usabile senza garantire una esperienza d'uso piacevole. I fattori che entrano in gioco sono diversi nella UX:

 

- Psicologia ed ergonomia: cioè l'elaborazione delle informazioni da parte della mente umana

- L'interazione dell'uomo con i pc, mettendo al centro l'utente

- L'architettura dell'informazione: organizzazione, navigazione e etichettatura dei contenuti

- Usabilità: facilità d'uso

- Visual Design/User interface: è la parte di design che riguarda gli aspetti sensoriali ed emotivi del prodotto come l'apparenza visiva e il branding.

 

Al di là degli aspetti teorici un buon sito web deve essere centrato sugli obiettivi dell'utente, sulle sue esigenze e il suo contesto d'uso, facile da usare e con un look and feel gradevole solo così potrà svolgere il compito aziendale prefissato e aumentare le conversioni, il numero di visitatori, lasciare un'esperienza positiva agli utenti e rafforzare il brand. Un sito web deve pertanto far vivere un'esperienza di navigazione memorabile e garantire una ottima usabilità. Il design in ambito web soprattutto sta spostando il focus dalla progettazione dei prodotti e servizi alla progettazione dell'esperienza.

 

Ecco alcune delle semplici regole di base per la progettazione e creazione di un sito web:

1) Chi siamo e cosa facciamo: chi arriva sul nostro sito deve subito capire lo scopo del sito e il nostro settore oltre che averne una buona prima impressione. Elementi portanti sono: il nostro logo che dovrebbe essere presente in tutte le pagine del sito in genere in alto a sinistra e permettere di tornare alla home page da qualsiasi pagina (a volte il logo è accompagnato da un payoff, una frase distintiva del posizionamento aziendale, ad es. "Barilla. Dove c'è Barilla c'è casa"); una breve descrizione di cosa facciamo per dare il benvenuto al navigatore e chiarire a chi si rivolge il sito e i vantaggi e la proposta commerciale; Chi siamo: utile a dimostrare la presenza vera di un'azienda (ad es. anche con foto reali dello staff); Stile e aspetto visuale: uniformi e che comunichino il vostro settore e posizionamento; Contatti: telefono, email, social, ecc.

2) Home Page: è il punto di partenza, la vetrina, l'utente deve capire subito a colpo d'occhio il "sentiero", il percorso da dove iniziare. Da un lato è come un iceberg che permette di far galleggiare i contenuti interni, dall'altro consente di instradare la sessione esplorativa. Deve prevedere delle call to action facili da individuare ed azionare: ad es. contatti, in particolare da mobile il tasto per chiamare.

3) Architettura dell'informazione: è da questo fattore che dipende la facilità di navigazione e di ricerca e orientamento sul sito. Bisogna scegliere delle classificazioni significative per gli utenti con categorie e sottocategorie utili e pertinenti; bisogna rendere l'utente sempre consapevole del punto del sito in cui si trova, ad es. evidenziando la voce di menù; le etichette delle voci di menù, pulsanti e link devono essere parole di uso comune; la struttura dell'informazione tipica è "gerarchica" ovvero: categorie (es. per il turismo, "cosa fare"), "sottocategorie" (es. spiagge, escursioni, ecc), "foglie di contenuti" ovvero i contenuti veri e propri (es. l'articolo descrittivo vero e proprio); una buona architettura ci dice: dove siamo in qualsiasi momento, dove possiamo andare, come possiamo raggiungere ciò che vogliamo; TAG: tra gli strumenti più attuali di classificazione, soprattutto per un blog o area news ci sono i TAG etichette ipertestuali che descrivono e sintetizzano un argomento.

4) Ricerca interna: gli utenti sono ormai abituati a vedere "Search Box"su Google, su Facebook e anche sui siti web. E' consigliabile quindi prevedere un motore di ricerca interno al sito. Un accorgimento: il sistema di ricerca potrebbe prevedere uno storico dei termini ricercati, questo elemento fornisce un dato in più per capire come si muovono e a cosa sono interessati i nostri utenti.

5) Web Writing: sul web serve scrivere il minimo indispensabile, serve la sintesi e la chiarezza. Teniamo bene in mente che su Web si legge meno e con meno attenzione in quanto la lettura è più faticosa, si scansionano le pagine e si cercano punti di appiglio visivo. Da considerare pertanto: il concetto di piramide invertita, ovvero i contenuti principali vanno nella parte iniziale della pagina web; editing: usiamo titoli, sottotitoli accattivanti, link interni ed esterni (sottolineati, e che facciano percepire il contenuto a cui l'utente andrà incontro), elenchi puntati, blocchi di contenuti, evidenziamo parole chiave in bold; SEO ON PAGE: ogni CMS deve permettere a chi inserisce i contenuti di avere delle interfacce che permettano di comporre i cosiddetti campi SEO ON PAGE tra cui title, description, tag alt nelle immagini, url rewrite, gestione link, ecc che permettono ai motori di ricerca di leggere "meglio" i contenuti delle nostre pagine web; allineamento del testo a "bandiera" ovvero a sinistra.

6) Design: be minimal. Ridurre al minimo il rumore visivo ricorrendo solo se necessario a effetti semplici ed efficaci. La tendenza attuale è quella di un design minimalista e lineare, con inutili fronzoli e artifici grafici, rimozione di tutto il superfluo, respiro delle parti visive, font ricercati, bottoni e call to action facili da ricercare e azionare; combinazioni massime di 3 o 4 colori principali mantenendo una uniformità cromatica in tutte le sezioni; sfondi di pagina neutri poco elaborati per non disturbare la lettura; contrasti per far emergere i contenuti e uniformità per raggruppare contenuti simili; 

7) Mobile Responsive: elemento ormai imprescindibile per creare un sito web è che sia automaticamente adattabile al dispositivo su cui viene visualizzato. Nell'approcciarvi alla realizzazione di un nuovo sito web questo elemento deve essere imprescindibile. Tra gli altri elementi tecnici dobbiamo prestare attenzione alla compatibilità del sito tra tutti i sistemi operativi e browser (Explorer, Chrome, Firefox, Safari), alla velocità di caricamento del sito (elementi importanti sono un buon hosting ed elementi del sito come immagini non ottimizzate, CSS, JavaScript, ecc). La velocità del sito è ormai un fattore determinate sul ranking nei motori di ricerca: gli utenti hanno fretta e amano siti reattivi e performanti e non lenti e pesanti.

 

Questi alcuni degli elementi da tenere in considerazione per la creazione di un sito web. In genere prima di provvedere alla realizzazione è bene avere chiari a monte gli obiettivi aziendali e le necessità a cui il nuovo sito web deve rispondere.

Se stai pensando di rifare il sito web della tua azienda contattaci per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.


Articolo a cura di Fabio Muzzupappa

CONTATTACI

 Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali

Inserire il codice
captcha